PRESENTAZIONE BLOG


Il blog dello Studio Stara nasce con l'intento di condividere con i clienti dello Studio le notizie, ma anche gli approfondimenti fiscali di maggiore interesse, che possano essere utili per le imprese e i professionisti. I post evidenziano quotidianamente la rassegna stampa del settore, ma anche le circolari interne dello Studio e indirizzate periodicamente ai clienti.

Lo Studio STARA fornisce chiarimenti e/o informazioni sui contenuti di maggiore interesse pubblicati nel blog esclusivamente ai clienti dello Studio. Non fornisce, di conseguenza, nessun servizio consulenziale, sui contenuti del Blog, a terzi che non siano clienti dello Studio.

E' possibile postare quesiti, su argomenti trattati dal blog, che saranno trattati se lo Studio li riterrà di interesse generale.

Avvertenze Legali: questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base dei contributi di aggiornamento professionale occasionalmente elaborati e/o prelevati da siti specialistici in materia fiscale. Non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001. Tutti i post riportano la fonte compreso il nome dell’autore. Tutti i testi dei provvedimenti pubblicati, anche mediante link, non sono ufficiali; si declina, pertanto, ogni responsabilità per eventuali inesattezze. Nonostante i contenuti delle pagine del blog dello Studio STARA, siano soggetti a periodici aggiornamenti e verifiche, possono comunque verificarsi errori e/o omissioni. Tutti gli articolio di rassegna stampa pubblicati, comprese le circolari e gli approfondimenti dello Studio sono predisposti con il massimo scrupolo, ma l'utilizzatore è sempre tenuto a controllarne l'esattezza.

STUDIO STARA

Consulenza contabile e fiscale - Dott. Stefano Stara, Rag. Marcello Stara, Rag. Marco Stara, Rag. Laura Perniciano
Costituzione di società, contabilità e bilanci, ristrutturazioni aziendali, liquidazioni aziendali, operazioni straordinarie: fusioni, scissioni, conferimento e scorporo di aziende o rami di azienda, trasformazioni, acquisto o cessione d’azienda, servizi di domiciliazione di società italiane ed estere.

Consulenza di direzione e strategica - Talent S.r.l., Dott. Elio Masala, Dott. Stefano Stara, Dott. Roberta Desogus, Dott. Elisabetta Campus
Implementazione di sistemi di contabilità industriale e/o analitica, sviluppo di business plan, sviluppo ed implementazione di sistemi di controllo di gestione, sistemi di Budgeting e Reporting, assistenza in materia di finanziamenti agevolati, servizi di tutoraggio nella fase di start up aziendale, servizi di supporto alla formazione professionale continua.

Servizi contabili per le imprese e i professionisti - Elabordati - Servizi Contabili per le imprese
Servizi ed elaborazione dati contabili per imprese e professionisti, servizi telematici per avvio di attività produttive e commerciali, comunicazioni telematiche per l'inzio, la variazione e la cessazione delle attività aziendali presso Ufficio iva e Camera di commercio, implementazione di sistemi informativi aziendali.

venerdì 27 febbraio 2015

Ultimi giorni per la comunicazione dati IVA

In alternativa, entro il 2 marzo 2015 può essere presentata la dichiarazione annuale in forma «autonoma»
Scade lunedì 2 marzo 2015 il termine per la presentazione della comunicazione dati IVA, ovvero, in alternativa, il termine per la presentazione della dichiarazione annuale IVA, relativa al 2014, in forma “autonoma” (vale a dire al di fuori del modello UNICO).
La facoltà di presentare la dichiarazione annuale IVA congiuntamente al modello UNICO (entro la fine del mese di settembre, per i soggetti che chiudono l’esercizio il 31 dicembre) è ammessa sino alle dichiarazioni relative agli anni 2014 e 2015. A decorrere dalle dichiarazioni relative all’anno di imposta 2016 (da presentare nel 2017), infatti, la legge di stabilità 2015, come modificata dal DL 192/2014 (il cui Ddl. di conversione è stato approvato ieri in via definitiva dal Senato), ha previsto l’abolizione della suddetta facoltà e il ripristino dell’obbligo di presentare la dichiarazione in forma “autonoma”.
La comunicazione annuale IVA relativa al 2014 non presenta novità di contenuto rispetto alle precedenti, tant’è che il modello da utilizzare è quello già adottato per le annualità dal 2011 al 2013 (approvato con provv. Agenzia delle Entrate 17 gennaio 2011).
La dichiarazione annuale IVA per il 2014 (approvata con provv. Agenzia delle Entrate 15 gennaio 2015 n. 4774), invece, presenta alcune modifiche nella compilazione, ancorché di impatto assai limitato.
La novità più rilevante, anticipata in un precedente intervento (si veda “Modello IVA 2015 aggiornato con i «nuovi» rimborsi annuali” del 16 febbraio 2015), riguarda la compilazione del quadro VX, ove è prevista una specifica casella (campo numero 6) per indicare l’eventuale esonero dalla prestazione della garanzia patrimoniale per accedere al rimborso annuale del credito IVA.
In virtù delle “semplificazioni” di cui all’art. 13 del DLgs. 175/2014, infatti, i rimborsi IVA risultanti da dichiarazione annuale possono essere eseguiti senza prestazione della garanzia, attraverso la semplice presentazione della dichiarazione IVA annuale, per importi inferiori o uguali a 15.000 euro.
Per i rimborsi di importo superiore a 15.000 euro, invece, non è richiesta la prestazione della garanzia, presentando una dichiarazione IVA annuale munita del visto di conformità (o della sottoscrizione alternativa), nonché di una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che attesti il possesso di specifici requisiti patrimoniali e contributivi.
Per il visto di conformità da parte del CAF o del professionista, ai fini del rimborso, si ritiene sufficiente l’attestazione già presente nella prima pagina del modello di dichiarazione (valida anche per la compensazione “orizzontale” del credito IVA).
Come indicato nella circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 7 pubblicata ieri, 26 febbraio 2015, i controlli per il rilascio del visto di conformità devono essere finalizzati, oltre che ad evitare errori materiali e di calcolo nella determinazione dell’imponibile, anche a verificare la regolare tenuta e conservazione delle scritture contabili obbligatorie ai fini IVA.
In particolare, il CAF o il professionista, ai fini del rilascio del visto, sono tenuti a verificare la corrispondenza:
- dei dati esposti nella dichiarazione alle risultanze delle scritture contabili;
- dei dati esposti nelle scritture contabili alla relativa documentazione.
La presentazione della dichiarazione in forma “autonoma”, entro la scadenza del 2 marzo 2015, consente di anticipare l’accesso ai rimborsi del credito IVA annuale e alla compensazione “orizzontale” dello stesso.
Al riguardo, si ricorda che, come chiarito nella circ. Agenzia delle Entrate n. 32/2014, le soglie per l’utilizzo del credito IVA in compensazione (15.000 euro) e mediante istanza di rimborso senza apposizione del visto (15.000 euro) sono computate separatamente.
Per quanto concerne la compensazione “orizzontale” del credito IVA, si segnala che il tenore letterale della norma che ne regola la modalità operative (art. 17 del DLgs. 241/97) prevede che la stessa possa “essere effettuata a decorrere dal 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione”. Ne consegue che, per effettuare la compensazione a partire dal 16 marzo 2015, la dichiarazione annuale deve essere comunque presentata entro l’ultimo giorno del mese di febbraio (sabato 28). Se la dichiarazione è presentata entro il termine ultimo del 2 marzo 2015, la compensazione sarà ammessa a decorrere dal 16 aprile 2015.
Fonte: Eutekne: autore Emanuele GRECO

Nessun commento:

Posta un commento