PRESENTAZIONE BLOG


Il blog dello Studio Stara nasce con l'intento di condividere con i clienti dello Studio le notizie, ma anche gli approfondimenti fiscali di maggiore interesse, che possano essere utili per le imprese e i professionisti. I post evidenziano quotidianamente la rassegna stampa del settore, ma anche le circolari interne dello Studio e indirizzate periodicamente ai clienti.

Lo Studio STARA fornisce chiarimenti e/o informazioni sui contenuti di maggiore interesse pubblicati nel blog esclusivamente ai clienti dello Studio. Non fornisce, di conseguenza, nessun servizio consulenziale, sui contenuti del Blog, a terzi che non siano clienti dello Studio.

E' possibile postare quesiti, su argomenti trattati dal blog, che saranno trattati se lo Studio li riterrà di interesse generale.

Avvertenze Legali: questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base dei contributi di aggiornamento professionale occasionalmente elaborati e/o prelevati da siti specialistici in materia fiscale. Non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001. Tutti i post riportano la fonte compreso il nome dell’autore. Tutti i testi dei provvedimenti pubblicati, anche mediante link, non sono ufficiali; si declina, pertanto, ogni responsabilità per eventuali inesattezze. Nonostante i contenuti delle pagine del blog dello Studio STARA, siano soggetti a periodici aggiornamenti e verifiche, possono comunque verificarsi errori e/o omissioni. Tutti gli articolio di rassegna stampa pubblicati, comprese le circolari e gli approfondimenti dello Studio sono predisposti con il massimo scrupolo, ma l'utilizzatore è sempre tenuto a controllarne l'esattezza.

STUDIO STARA

Consulenza contabile e fiscale - Dott. Stefano Stara, Rag. Marcello Stara, Rag. Marco Stara, Rag. Laura Perniciano
Costituzione di società, contabilità e bilanci, ristrutturazioni aziendali, liquidazioni aziendali, operazioni straordinarie: fusioni, scissioni, conferimento e scorporo di aziende o rami di azienda, trasformazioni, acquisto o cessione d’azienda, servizi di domiciliazione di società italiane ed estere.

Consulenza di direzione e strategica - Talent S.r.l., Dott. Elio Masala, Dott. Stefano Stara, Dott. Roberta Desogus, Dott. Elisabetta Campus
Implementazione di sistemi di contabilità industriale e/o analitica, sviluppo di business plan, sviluppo ed implementazione di sistemi di controllo di gestione, sistemi di Budgeting e Reporting, assistenza in materia di finanziamenti agevolati, servizi di tutoraggio nella fase di start up aziendale, servizi di supporto alla formazione professionale continua.

Servizi contabili per le imprese e i professionisti - Elabordati - Servizi Contabili per le imprese
Servizi ed elaborazione dati contabili per imprese e professionisti, servizi telematici per avvio di attività produttive e commerciali, comunicazioni telematiche per l'inzio, la variazione e la cessazione delle attività aziendali presso Ufficio iva e Camera di commercio, implementazione di sistemi informativi aziendali.

martedì 31 marzo 2015

Visto obbligatorio se il credito supera i 15mila euro

È un visto di conformità “multiforme” quello che emerge dalle norme e dalle interpretazioni delle Entrate, obbligatorio in certi casi, facoltativo in altri e non sempre necessario. Per evitare di fare confusione, è opportuno riepilogare la disciplina. 

Crediti Iva, check list per l’istanza di rimborso

Da domani, 1° aprile, è possibile fare i conti per presentare l’istanza di rimborso o compensazione del credito Iva relativo al primo trimestre 2015, il cui termine scade il 30 aprile.

Spesometro verso un invio più light

Allo studio l’esonero per le Pa e semplificazioni per i commercianti al dettaglio

lunedì 30 marzo 2015

Reverse charge e legge stabilità 2015, per l’estensione rileva il codice ATECO

Ai fini dell’individuazione dei servizi di pulizia, demolizione, installazione di impianti e completamento di edifici da assoggettare a reverse charge in base alle disposizioni introdotte dalla legge di stabilità 2015 si dovrà fare riferimento unicamente riferimento ai codici attività della tabella ATECO 2007.

Lo spesometro 2015 tra operazioni incluse ed escluse

Un campo minato la compilazione della comunicazione polivalente 2015

sabato 28 marzo 2015

Rimborsi IVA: disponibile il nuovo Modello TR

Premessa - E’ presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate il nuovo modello TR che recepisce le modifiche alla disciplina dei rimborsi Iva apportate dall’articolo 13 del “Decreto Semplificazioni” (D.Lgs 175/2014) e l’introduzione del meccanismo dello Split Payment da parte della Stabilità 2015 (articolo 1, comma 629, lettera b, legge 190/2014). L’approvazione del modello Iva TR, sostitutivo di quello rilasciato il 26 marzo 2014, e utilizzabile già per le richieste di rimborso/compensazione del primo trimestre 2015, da presentare entro il 30 aprile. 

Modello TR: la compilazione

Provvedimento n. 39968 del 20 marzo 2015

Reverse charge: niente sanzioni fino al 27.03.2015

Con la Circolare 14/E del 27.3.2015, l’Agenzia fornisce i primi chiarimenti sulle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 in merito all’estensione del reverse charge. I chiarimenti erano attesi con ansia da professionisti e imprese che sin dalla introduzione della nuova disposizione hanno dovuto fare i conti con numerose incertezze applicative. 

Dichiarazione sostitutiva per il bonus edile

Da predisporre in assenza di specifiche abilitazioni amministrative

Edilizia, «Ateco» guida il reverse

Per identificare i servizi attratti nel regime non conta né il contratto né il committente

sabato 21 marzo 2015

Fatturazione elettronica PA e Onlus senza partita IVA

In caso di assenza della partita Iva, la Pubblica Amministrazione può accettare, in deroga all’obbligo della fattura elettronica, la ricevuta cartacea.

Mod. Eas entro il 31 marzo

Trasmissione da parte degli enti non profit

Opzione per la trasparenza in Unico

Quadro OP per l’indicazione dei soggetti partecipanti

Iva, il «TR» apre allo split payment

Niente visto di conformità per lo scambio dare-avere orizzontale 

La nota integrativa «Xbrl» disorienta gli studi

La nota integrativa nel nuovo formato Xbrl rischia di ingolfare l’attività degli studi. Vediamo perché.

mercoledì 18 marzo 2015

Imu agricola all’esame «finale»

Fino al 31 marzo possibili pagamenti 2014 senza interessi e sanzioni

In Sardegna neo-imprese esenti Irap per 5 anni

In Sardegna per le nuove imprese azzeramento dell’Irap per i primi cinque anni. La Giunta regionale ha approvato ieri i criteri generali e le modalità applicative dell’azzeramento dell’Irap in base alla legge finanziaria approvata dal Consiglio regionale a fine febbraio e diventata legge lo scorso 9 marzo.

Società estinte, controlli sotto tiro

Dopo la Ctp di Reggio cresce l’opposizione alla retroattività prevista dalla legge 

martedì 17 marzo 2015

Impugnabilità senza punti fermi

La questione degli interpelli delle società di comodo e dell’impugnazione della risposta negativa assume connotati quasi kafkiani e, per questo, attende una soluzione con l’attuazione della delega fiscale.

Non operative, l’interpello gioca d’anticipo

L’istanza all’Agenzia entro il 31 marzo consente una seconda chance in caso di inammissibilità
Prima scadenza a fine marzo per gli interpelli delle società di comodo. L’invio 180 giorni prima del 30 settembre consente, nel caso in cui l’Agenzia la dichiari inammissibile, di riproporre l’istanza in tempo utile per la scadenza di Unico 2015.

lunedì 16 marzo 2015

Il forfait al 15% talvolta conviene

Il nuovo forfait al 15% introdotto dalla legge di stabilità, pur penalizzato da un’aliquota molto più alta di quella applicata in precedenza (fissata al 5%) può essere conveniente per chi può sfruttarne due aspetti che lo rendono “appetibile” e concorrenziale: si tratta della riduzione di 1/3 dell’imponibile prevista per le attività avviate negli ultimi tre anni e della disapplicazione dei minimi contributivi.

mercoledì 11 marzo 2015

Reverse charge: valutazioni sulle cessioni di beni con posa in opera

Per le prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative a edifici, rese a soggetti passivi IVA, è prevista l’applicazione del reverse charge a partire dal 1° gennaio 2015, per effetto delle nuove norme introdotte dalla Legge di Stabilità 2015.

martedì 10 marzo 2015

Ravvedimento in «trasparenza»

Il contribuente deve comunicare al Fisco le correzioni che ha posto in essere

Lo split payment punisce il non profit

Enti non profit e imprese agricole sono penalizzati dallo split payment, previsto dal nuovo articolo 17 ter del Dpr 633/72, in quanto non percependo l’Iva sono in difficoltà nell’esercitare il diritto alla detrazione. 

venerdì 6 marzo 2015

Certificazione unica al test delle ricevute dopo l’invio dei file

Ultimi giorni per l’invio telematico della certificazione unica alle Entrate.

Trasparenza fiscale, novità 2015: l’opzione si farà nel modello Unico

Il decreto Semplificazioni fiscali ha modificato la modalità di adesione o rinnovo del regime di trasparenza fiscale (art. 115 e 116 del TUIR). Nel 2015 solo attraverso un apposito quadro del modello Unico.
Trasparenza fiscale, novità 2015: l’opzione si farà nel modello Unico

lunedì 2 marzo 2015

Visto di conformità: i chiarimenti dell’Agenzia

Con la Circolare 7/E del 26/02/2015 – Modifiche apportate dal decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175 – l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alle modifiche contenute nel “Decreto Semplificazioni” con riferimento alle sanzioni, previste dall’articolo 39 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, alle garanzie, di cui agli articoli 6 e 22 del decreto del ministro delle Finanze 31 maggio 1999, n. 164, e alle modalità di esecuzione dei controlli, di cui all’articolo 26 del medesimo decreto ministeriale. 

Dichiarazioni d’intento: compilazione

Modello Approvato con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 12.12.2014

Rischio contenzioso sulle società estinte

Le nuove norme sulla responsabilità quinquennale delle società estinte apriranno un fronte di contenzioso con il fisco, soprattutto dopo che le Entrate ne hanno affermato l’applicazione retroattiva: il problema si porrà per i liquidatori che hanno ignorato come «inesistenti» gli atti di accertamento notificati alle società, ma anche per le liti attualmente in corso. E molti contesteranno la costituzionalità delle nuove norme.