PRESENTAZIONE BLOG


Il blog dello Studio Stara nasce con l'intento di condividere con i clienti dello Studio le notizie, ma anche gli approfondimenti fiscali di maggiore interesse, che possano essere utili per le imprese e i professionisti. I post evidenziano quotidianamente la rassegna stampa del settore, ma anche le circolari interne dello Studio e indirizzate periodicamente ai clienti.

Lo Studio STARA fornisce chiarimenti e/o informazioni sui contenuti di maggiore interesse pubblicati nel blog esclusivamente ai clienti dello Studio. Non fornisce, di conseguenza, nessun servizio consulenziale, sui contenuti del Blog, a terzi che non siano clienti dello Studio.

E' possibile postare quesiti, su argomenti trattati dal blog, che saranno trattati se lo Studio li riterrà di interesse generale.

Avvertenze Legali: questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base dei contributi di aggiornamento professionale occasionalmente elaborati e/o prelevati da siti specialistici in materia fiscale. Non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001. Tutti i post riportano la fonte compreso il nome dell’autore. Tutti i testi dei provvedimenti pubblicati, anche mediante link, non sono ufficiali; si declina, pertanto, ogni responsabilità per eventuali inesattezze. Nonostante i contenuti delle pagine del blog dello Studio STARA, siano soggetti a periodici aggiornamenti e verifiche, possono comunque verificarsi errori e/o omissioni. Tutti gli articolio di rassegna stampa pubblicati, comprese le circolari e gli approfondimenti dello Studio sono predisposti con il massimo scrupolo, ma l'utilizzatore è sempre tenuto a controllarne l'esattezza.

STUDIO STARA

Consulenza contabile e fiscale - Dott. Stefano Stara, Rag. Marcello Stara, Rag. Marco Stara, Rag. Laura Perniciano
Costituzione di società, contabilità e bilanci, ristrutturazioni aziendali, liquidazioni aziendali, operazioni straordinarie: fusioni, scissioni, conferimento e scorporo di aziende o rami di azienda, trasformazioni, acquisto o cessione d’azienda, servizi di domiciliazione di società italiane ed estere.

Consulenza di direzione e strategica - Talent S.r.l., Dott. Elio Masala, Dott. Stefano Stara, Dott. Roberta Desogus, Dott. Elisabetta Campus
Implementazione di sistemi di contabilità industriale e/o analitica, sviluppo di business plan, sviluppo ed implementazione di sistemi di controllo di gestione, sistemi di Budgeting e Reporting, assistenza in materia di finanziamenti agevolati, servizi di tutoraggio nella fase di start up aziendale, servizi di supporto alla formazione professionale continua.

Servizi contabili per le imprese e i professionisti - Elabordati - Servizi Contabili per le imprese
Servizi ed elaborazione dati contabili per imprese e professionisti, servizi telematici per avvio di attività produttive e commerciali, comunicazioni telematiche per l'inzio, la variazione e la cessazione delle attività aziendali presso Ufficio iva e Camera di commercio, implementazione di sistemi informativi aziendali.

venerdì 6 marzo 2015

Certificazione unica al test delle ricevute dopo l’invio dei file

Ultimi giorni per l’invio telematico della certificazione unica alle Entrate.
La scadenza di lunedì 9 marzo (almeno per quanto riguarda i redditi dichiarabili nel 730) si avvicina e la procedura di invio chiama professionisti e imprese a fare molta attenzione sia alla gestione delle ricevute che Entratel restituisce agli intermediari con un file di notevoli dimensioni e con pagine e pagine di dati, sia agli eventuali file scartati.
La mole di ricevuteMa andiamo con ordine. Al momento dell’invio della certificazione unica Entratel restituisce per ogni percipiente, i cui dati sono stati trasmessi, una singola ricevuta. In pratica, tanto per fare un esempio, se i dati riguardano mille soggetti saranno restituite (con un unico file) altrettante ricevute. Un’esigenza che sembra dovuta alla necessità di collegare i dati dei singoli soggetti con la dichiarazione precompilata. 
Questo, però, comporta la necessità di archiviare una mole notevole di documentazione cartacea anche nell’ottica di una successiva eventuale richiesta di esibizione delle attestazioni da parte degli organi di controllo (il collegio sindacale) in quanto potrebbe rivelarsi piuttosto difficoltosa un’eventuale trasmissione tramite e-mail. Quindi cautelativamente potrebbe essere opportuno stampare le ricevute o almeno archiviare i file in modo da assicurarne la conservazione.
I file scartati 
C’è poi un’altra questione in parte connessa alla precedente. Come dimostra l’esperienza sul campo, Entratel potrebbe scartare parte dei dati rilasciando sia le ricevute attestanti l’avvenuto (e corretto) invio per alcuni percipienti, sia la segnalazione di scarto per i percipienti con dati errati (per esempio il codice fiscale non corretto). 
Al riguardo sembrano possibili due soluzioni. 
Il sostituto d’imposta potrebbe, per esempio, inviare nuovamente l’intero contenuto del file con i dati di tutti i percipienti comprendendo sia quelli già accolti (non scartati), sia quelli relativi ai nominativi scartati e ora rettificati. In questo caso dovrebbe valere la regola generale che l’ultimo invio effettuato entro la scadenza del 9 marzo sostituisce integralmente il precedente. 
In alternativa, gli operatori potrebbero procedere a un invio parziale dei dati. Così il sostituto d’imposta comunicherebbe esclusivamente i dati dei percipienti scartati, facendo attenzione a non sovrascrivere e annullare il file già inviato. In sostanza il secondo invio dovrà integrare i dati del primo. Diversamente, se il secondo invio si sovrapponesse al primo si rischierebbe di annullare completamente la prima comunicazione e risulterebbero negli archivi dell’Anagrafe tributaria soltanto i nominativi (e i dati) della seconda comunicazione. 
Fonte: Il sole 24 ore autore Nicola Forte

Nessun commento:

Posta un commento