PRESENTAZIONE BLOG


Il blog dello Studio Stara nasce con l'intento di condividere con i clienti dello Studio le notizie, ma anche gli approfondimenti fiscali di maggiore interesse, che possano essere utili per le imprese e i professionisti. I post evidenziano quotidianamente la rassegna stampa del settore, ma anche le circolari interne dello Studio e indirizzate periodicamente ai clienti.

Lo Studio STARA fornisce chiarimenti e/o informazioni sui contenuti di maggiore interesse pubblicati nel blog esclusivamente ai clienti dello Studio. Non fornisce, di conseguenza, nessun servizio consulenziale, sui contenuti del Blog, a terzi che non siano clienti dello Studio.

E' possibile postare quesiti, su argomenti trattati dal blog, che saranno trattati se lo Studio li riterrà di interesse generale.

Avvertenze Legali: questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base dei contributi di aggiornamento professionale occasionalmente elaborati e/o prelevati da siti specialistici in materia fiscale. Non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7 marzo 2001. Tutti i post riportano la fonte compreso il nome dell’autore. Tutti i testi dei provvedimenti pubblicati, anche mediante link, non sono ufficiali; si declina, pertanto, ogni responsabilità per eventuali inesattezze. Nonostante i contenuti delle pagine del blog dello Studio STARA, siano soggetti a periodici aggiornamenti e verifiche, possono comunque verificarsi errori e/o omissioni. Tutti gli articolio di rassegna stampa pubblicati, comprese le circolari e gli approfondimenti dello Studio sono predisposti con il massimo scrupolo, ma l'utilizzatore è sempre tenuto a controllarne l'esattezza.

STUDIO STARA

Consulenza contabile e fiscale - Dott. Stefano Stara, Rag. Marcello Stara, Rag. Marco Stara, Rag. Laura Perniciano
Costituzione di società, contabilità e bilanci, ristrutturazioni aziendali, liquidazioni aziendali, operazioni straordinarie: fusioni, scissioni, conferimento e scorporo di aziende o rami di azienda, trasformazioni, acquisto o cessione d’azienda, servizi di domiciliazione di società italiane ed estere.

Consulenza di direzione e strategica - Talent S.r.l., Dott. Elio Masala, Dott. Stefano Stara, Dott. Roberta Desogus, Dott. Elisabetta Campus
Implementazione di sistemi di contabilità industriale e/o analitica, sviluppo di business plan, sviluppo ed implementazione di sistemi di controllo di gestione, sistemi di Budgeting e Reporting, assistenza in materia di finanziamenti agevolati, servizi di tutoraggio nella fase di start up aziendale, servizi di supporto alla formazione professionale continua.

Servizi contabili per le imprese e i professionisti - Elabordati - Servizi Contabili per le imprese
Servizi ed elaborazione dati contabili per imprese e professionisti, servizi telematici per avvio di attività produttive e commerciali, comunicazioni telematiche per l'inzio, la variazione e la cessazione delle attività aziendali presso Ufficio iva e Camera di commercio, implementazione di sistemi informativi aziendali.

sabato 5 novembre 2016

Il nuovo spesometro trimestrale

Tra le tante importanti novità fiscali recate dal DL 193/2016, c.d. “Collegato alla Legge di Bilancio 2017”, assumono particolare rilievo le modifiche apportate alla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA. Dal prossimo anno, infatti, lo spesometro dovrà essere trasmesso con cadenza trimestrale invece che annuale (permane comunque l'obbligo di trasmettere lo spesometro riferito al 2016). In contropartita è prevista la soppressione di alcune comunicazioni obbligatorie, tra cui, ad esempio, i modelli INTRASTAT riferiti agli acquisti di beni e servizi e la comunicazione “black list”.
 LO SPESOMETRO TRIMESTRALE
A decorrere dal 2017, i soggetti passivi IVA saranno dunque chiamati a trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati delle operazioni IVA (attive e passive, variazioni comprese) realizzate, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre.
Nella comunicazione dovranno essere ricompresi, in forma analitica:
- i dati identificativi dei soggetti coinvolti nell’operazione;
- la data e il numero della fattura;
- la base imponibile, l’aliquota IVA e l’imposta;
- la tipologia dell’operazione.
L’adempimento interessa tutte le operazioni IVA, senza alcuna esclusione di carattere oggettivo o soggettivo (si ritiene pertanto che le operazioni vadano indicate a prescindere dal loro importo e dalla tipologia giuridica della controparte). Le modalità di trasmissione del nuovo spesometro trimestrale saranno definite da un apposito provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.
Per l’omesso o erroneo invio dei dati è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa pari a € 25 per ciascuna fattura, con un massimo di € 25.000 (per maggiori informazioni si veda la circolare Tutto PROFESSIONISTI n. 21/2016).
LA COMUNICAZIONE TRIMESTRALE DELLE LIQUIDAZIONI IVA
Sempre con effetto dal 2017, è poi previsto l’obbligo di comunicare, con cadenza trimestrale, i dati delle liquidazioni periodiche IVA, mensili e trimestrali, effettuate (restano fermi gli ordinari termini di versamento dell’imposta). In particolare, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo a ciascun trimestre (dunque entro gli stessi termini della comunicazione IVA di cui sopra), i soggetti passivi IVA dovranno trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati delle liquidazioni periodiche effettuate (le informazioni da comunicare saranno definite da un apposito provvedimento).
Dall’adempimento sono espressamente esonerati i soggetti non tenuti alla presentazione della dichiarazione IVA annuale (ad esempio, i soggetti che hanno registrato esclusivamente operazioni esenti e i produttori agricoli esonerati) o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche (ad esempio, i contribuenti “minimi” e forfetari). Per l’omessa, incompleta o infedele comunicazione dei dati è prevista una sanzione amministrativa da € 5.000 a € 50.000.
L’ATTIVITÀ DI CONTROLLO E L’INVITO ALL’ADEMPIMENTO SPONTANEO
L’Agenzia delle Entrate, a sua volta, sarà tenuta a elaborare e incrociare i dati ricevuti con le due nuove comunicazioni, per poi invitare il contribuente a regolarizzare quanto dovuto (mediante l’istituto del ravvedimento operoso) o, comunque, a fornire informazioni circa le violazioni e le anomalie riscontrate.
GLI ADEMPIMENTI SOPPRESSI
A fronte dell’introduzione dei nuovi obblighi di comunicazione è prevista, a decorrere dal prossimo anno, la soppressione dei seguenti adempimenti;
- comunicazione dei dati relativi ai contratti di leasing e di locazione e/o noleggio;
- trasmissione dei modelli INTRASTAT riferiti agli acquisti di beni e servizi;
- comunicazione delle operazioni intercorse con operatori economici “black list”.
L’abrogazione dell’obbligo di trasmissione degli elenchi INTRASTAT è prevista dal 2017 e, pertanto, l’ultimo elenco acquisti (beni e servizi) da trasmettere è quello del mese di dicembre o dell’ultimo trimestre 2016. Anche la soppressione della comunicazione “black list” è prevista con effetto dal 2017 e, di conseguenza, permane l’obbligo di trasmissione dei dati riferiti al 2016.
 Fonte: Tutto AZIENDE n. 75/2016

Nessun commento:

Posta un commento